Mineralogramma

Presso la nostra sede è possibile effettuare l’ H.M.S. (analisi minerale tessutale del capello, ovvero il mineralogramma). Attraverso questo test si individua l’attuale condizione genetico-metabolica del soggetto in esame per riportarla ad un livello più vicino a quello ideale ottenendo una migliore forma fisica ed energetica.
Inoltre, da non sottovalutare, in questo processo è ritenuta fondamentale l’eliminazione di eventuali metalli tossici.

L’H.M.S. (Hair Metabolic System) è un metodo di “screening” basato sia sulle conoscenze derivanti dall’Analisi Minerale Tessutale del Capello (Mineralogramma) che sulla conoscenza del Gruppo Sanguigno “AB0”.
L’Analisi Minerale Tessutale del Capello (Mineralogramma) dosa i minerali a livello “intracellulare” a differenza dei comuni esami di laboratorio eseguiti su sangue, liquor, urine e feci che, viceversa, forniscono dati a livello “extracellulare”. Sebbene validi, questi ultimi possono fluttuare in seguito ai normali ritmi circadiani, alle tecniche di campionamento, agli esercizi fisici, a infiammazioni acute o croniche, a infezioni, a neoplasie, a stress, etc.
L’Analisi Minerale Tessutale del Capello, invece, non è soggetta a queste fluttuazioni ed è, per tale motivo, il test principale per determinare lo “stato minerale” di un individuo e, di conseguenza, la sua attività metabolica. Per quanto anzidetto, non necessariamente i valori riscontrati nel Mineralogramma sono sovrapponibili a quelli dei liquidi biologici. E’ utile precisare che tale analisi orienta anche ad individuare la risposta endocrina. I valori relativi alla “funzionalità ormonale” delle ghiandole endocrine, sono riferiti perciò alla risposta degli ormoni a livello “intracellulare” e solo secondariamente alla loro presenza quantitativa a livello “extracellulare”.
Come esaustivamente spiegato dal ricercatore statunitense Peter J. D’Adamo, Il Gruppo sanguigno “AB0” è associato a caratteristiche metabolico-pschico-fisiche costituzionali ben precise, tipiche dei nostri antenati e che tutt’ora ritroviamo espresse nei vari emogruppi. L’integrazione delle conoscenze basali del Gruppo Sanguigno” AB0” con quelle derivate dal Mineralograma fanno dell’ H.M.S. un metodo di screening metabolico predittivo e preventivo unico nel panorama mondiale sanitario. Sebbene l’H.M.S. non sia un test diagnostico, esso è in grado di rilevare nei soggetti analizzati la tendenza ad una ottantina tra i maggiori squilibri funzionali-organici, inclusi quelli dovuti ad immunodeficienze, infezioni, osteoporosi, disfunzioni tiroidee, surrenaliche, digestive, riproduttive, respiratorie, osteoarticolari e numerosi altri. Inoltre, il metodo H.M.S. fornisce indicazioni sulla personalità ed il comportamento.
IlDr. Paul Eck, uno dei maggiori esperti mondiali in tema di interpretazione dell’Analisi Minerale Tessutale del Capello, afferma che:
“I risultati che si ottengono con il Mineralogramma”, benché la metodologia appaia inizialmente complessa,
“superano eccellentemente qualsiasi altro metodo d’applicazione della nutrizione, in particolare per quei soggetti con vari disordini metabolici associati a carenze nutrizionali”.
Il Mineralogramma è un buon indicatore dei processi metabolici intracellulari, mentre le analisi ematiche lo sono prevalentemente in relazione al trasporto dei minerali da e verso le zone extracellulari. Ormoni, enzimi, neurotrasmettitori e vari altri messaggeri chimici sono governati, per la maggior parte, dall’azione catalizzante indispensabile dei minerali. In alcuni casi ciò vale anche per le Vitamine.
La conoscenza del Gruppo Sanguigno “AB0” del soggetto in esame permette, inoltre, di personalizzare i suggerimenti dietetico-nutrizionali e modulare alcune caratteristiche costituzionali dell’emogruppo di appartenenza. Per i soggetti non in grado di fornire il proprio Gruppo Sanguigno si suggeriscono indicazioni dietetico-nutrizionali “neutre”, cioè valide per tutti gli emogruppi.
Per i calvi si utilizzano altre faneree: peli ascellari-pettorali-pubici-barba-unghia.

Perché i Capelli e i Gruppi Sanguini “ABO”

Il Capello non è affatto un tessuto statico. Esso, pur avendo un ricambio molto piu lento del sangue, agisce per un certo periodo come un registratore del metabolismo intracellulare, imbrigliando, man mano che cresce, i prodotti metabolici cui viene esposto,minerali compresi. Il Gruppo Sanguigno “AB0” è determinato geneticamente e ha, come già detto, delle caratteristiche costituzionali peculiari per ciascun emogruppo, riguardanti l’aspetto metabolico-psichico-strutturale. I risultati ottenuti con l’Analisi Minerale Tessutale rispecchiano le condizioni attuali e vanno integrati alle condizioni basali del Gruppo Sanguigno “AB0” cui il soggetto in esame appartiene.

I fattori da prendere in prima considerazione nell’H.M.S. sono: Carenze Minerali, Eccessi Minerali, Rapporti Minerali, Minerali Tossici, Appartenenza al Gruppo Sanguigno. Come “Regole Generali”, va tenuto presente che:
1. La tossicità da metalli pesanti rende non utilizzabili molti minerali utili all’organismo. La carenza di minerali utili, d’altro canto, permette a quelli tossici di accumularsi con più facilità. Una buona norma per proteggersi da quell’accumulo è, quindi, possedere una buona quantità di minerali utili. Le metodiche tradizionali indagano, generalmente, la tossicosi acuta da metalli pesanti mentre hanno dei limiti nell’evidenziazione della loro tossicosi cronica. L’Analisi Minerale Tessutale, viceversa, risulta essere lo strumento elettivo atto a evidenziare tale cronicità.
2. Quando un minerale considerato importante, quindi essenziale per la salute, si presenta in eccesso nel Mineralogramma, il suo significato biologico è l’impossibilità ad essere utilizzato correttamente dall’organismo. Più precisamente, ciò può significare che esso non è biodisponibile per carenza o antagonismo di altri minerali. 
Ilmotivo per cui i generici rimedi multivitaminico-minerali in miscela completa spesso non sono attivi è dovuto al fatto che contengono troppi nutrienti che all’interno dell’organismo si neutralizzano in parte tra loro. Viceversa, le formulazioni del Metodo H.M.S., prendendo in considerazione antagonismi e sinergismi minerali, risultano essere maggiormente mirate e attive.
3. Obiettivo del Metodo H.M.S. è quello di individuare l’attuale condizione genetico-metabolica del soggetto in esame per riportarla ad un livello più vicino a quello ideale. Inoltre, in questo processo è ritenuta fondamentale l’eliminazione di eventuali metalli tossici, almeno fino al rientro stabile della soglia d’attenzione dei medesimi, e il riequilibrio delle principali tendenze evidenziate.

I mezzi utilizzarti al raggiungimento degli obbiettivi sono:
1. Alimentazione appropriata all’emogruppo in esame e agli squilibri minerali evidenziati.
2. Integratori mirati alla supplementazione (Emonutriceutici e Formulazioni specifiche).
3. Suggerimenti dietetici per ottimizzare i benefici ottenuti dall’assunzione degli alimenti e integratori consigliati.